Veni, vidi, legi: un fumetto per raccontare Cesare

Isola di Farmacussa, 75 a.C.: un giovane romano è prigioniero dei pirati.
Diecimila sesterzi per la mia testa? Valgo molto di più, pirata!“.

Così si apre questo straordinario fumetto incentrato sulla vita di Giulio Cesare, l’ottavo numero della collana Historica Biografie pubblicato recentemente da Mondadori Comics.

Il racconto segue le principali tappe biografiche dell’uomo politico più controverso della storia. L’ambitio e la virtus guidano la sua ascesa, progettata con prudente lungimiranza e realizzata con ferma perseveranza. Il cuore della storia sembra essere proprio il vaglio della personalità di Cesare: la visione chiara dei suoi obiettivi è correlata alla lucida capacità di mettere a punto la strategia più efficace per raggiungerli, soprattutto attraverso la disamina delle potenzialità degli avversari e degli alleati, mentre fa da contrappunto il ricordo delle gesta di Alessandro Magno, stimolo per azioni ancora più grandi e gloriose.

Oh, sarà senz’altro un fallimento. Non ha importanza. Dobbiamo ampliare le nostre frontiere“.

La narrazione è fluida e sinuosa, a tratti placida, poi rapida, come un corso d’acqua che precede una cascata. Perfino chi conosce bene la storia può sorprendersi di alcune svolte, merito della sceneggiatura di Mathieu Gabella e dei disegni di Andrea Meloni.

Lo stile asciutto dei dialoghi e l’impostazione paratattica del racconto stesso, essenziale ma profondamente denso di significato, richiamano le caratteristiche dei Commentarii cesariani (la cui stesura è rievocata con un leggero tocco di ironia); le scene ampie e spettacolari – come quella che fotografa la battaglia di Farsalo – accanto ad altre più piccole, ricche di dettagli o dedicate a primi piani molto espressivi, non solo seguono l’andamento del racconto ma hanno un ruolo chiave nella resa semantica complessiva.

Ad impreziosire il fumetto concorre la consulenza storica del professore Giusto Traina. Affascina e colpisce l’assoluta precisione dei dettagli, dall’architettura alle armate, dalle celebrazioni pubbliche alle tattiche militari, dai volti dei personaggi che ricalcano la statuaria più celebre ai contributi delle fonti storico-letterarie più o meno riconoscibili.

Uomini carismatici intrecciano le proprie storie con quella di Cesare, contribuendo a delineare e a definire la sua indole. Il rapporto con Vercingetorige è molto singolare: emerge una sorta di piacere nel confronto con il grande nemico gallo, determinato dalla sua forte tempra e dall’entità della sfida. Vercingetorige, infatti, è dotato di grande abilità strategica e nutre alte ambizioni; tuttavia, all’apice del successo subisce una dura sconfitta, deludendo Cesare: “Pensavo di incontrare un uomo come me… invece ho visto ciò che non voglio assolutamente diventare“.

Passo dopo passo, Cesare trionfa e afferma il proprio potere. Purtroppo, però, per costruire la grandezza e la civiltà di un popolo non bastano le conquiste, che riscuotono largo successo, sono necessarie soprattutto le riforme, che spesso generano profonde spaccature nella società. I cambiamenti sono dichiaratamente invocati e sperati ma intimamente temuti e osteggiati.

Sulla vita dell’illustre uomo politico cala così il sipario impregnato di rosso, cucito dalle mani di chi gli è sempre stato accanto. Eppure, le imprese di uomini come Alessandro Magno e Giulio Cesare hanno dato origine a civiltà e culture che sono sopravvissute ai propri fondatori: si sono sviluppate, estese, frantumate, scontrate, rappacificate, rese autonome e trasformate. Oggi forse sono quasi irriconoscibili, ma la memoria e la comprensione storica sono gli spiragli attraverso i quali civiltà e culture possono far rivivere quegli uomini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...